Valutazioni psicodiagnostiche


La fase diagnostica, in ambito psicologico, rappresenta un importante percorso d’intervento il cui obiettivo primario è quello di rilevare la sofferenza e la problematica riportate dal paziente, per individuare il percorso e gli interventi che possano migliorarne la funzionalità.

La Valutazione Diagnostica Adleriana è un processo di conoscenza che si avvale anche di altri strumenti e tecniche di indagine della personalità (test) che fungono da supporto “oggettivo” al colloquio clinico. I test permettono di verificare le ipotesi avanzate dai colloqui clinici ed avere dunque un valido supporto nella stesura del profilo di personalità del soggetto.
Ovviamente tale modalità di approccio al paziente, nell’ambito della psicologia dell’età evolutiva, presuppone un preliminare incontro con i genitori del minore che sono gli adulti referenti e i mediatori del suo disagio.

Obiettivo della diagnosi psicologica è quello di giungere ad una descrizione molto articolata delle caratteristiche della personalità del soggetto e delle sue risposte comportamentali in riferimento a contesti specifici. Individuare i suoi punti di forza e i suoi punti di debolezza, che entrano a far parte della sua vita condizionandone così il suo processo adattivo.

L’indagine psicodiagnostica è il primo step da percorrere prima di una eventuale consulenza psicologica o di un’eventuale terapia; la sua durata oscilla tra i 6 e gli 8 incontri in base alle caratteristiche del paziente e all’utenza di riferimento.